L’albero della quiete

L’albero della quiete

Prendetevi il tempo,
con la forza della vostra fantasia,
di scoprire nella vostra immaginazione sempre più particolari,
per esempio forme e colori,
ma con tutti i sensi,
perciò cercate anche di scoprire suoni e rumori
che si possono ascoltare lì,
all’albero della quiete;
nella vostra immaginazione siete lì,
potete percepire anche odori e profumi,
forse potete anche tastare e toccare,
totalmente tranquilli e leggeri,
siete totalmente lì.
Lasciate agire su voi stessi questa immagine, questa rappresentazione,
vivete quanta pace trasmette a voi questo albero,
nella consapevolezza che esso ha una lunga storia dietro di sé,
da quando minuta pianticella
è diventato la pianta alta e robusta che voi,
nella vostra immaginazione, avete davanti agli occhi dentro di voi,
l’albero della quiete.

Talvolta nasce per un attimo anche la sensazione di essere tutt’uno con questo albero, con la natura,
una sensazione di fusione con questa quiete e questa forza,
cresciuta gradualmente e profondamente radicata,
la quiete stessa.

Prendetevi ancora più o meno un minuto di tempo per questa immagine, questo albero, questa quiete.
Quindi lasciate che si dissolva questa immagine interiore della vostra fantasia, conservata nella vostra memoria, nei vostri ricordi,
e con la vostra attenzione tornate fuori, qui intorno, in questa situazione, qui ed ora, ritornate qui con tutti voi stessi,
stiratevi e stiracchiatevi con vigore,
fate un profondo respiro,
aprite gli occhi,
in posizione eretta,
pronti, aperti per il mondo.
(© Karl-Heinz Schäfer)