Getto alle ginocchia

Getto alle ginocchia, benessere non solo per le vene
Effetto:
Tonifica e rafforza le vene, decongestionante, incrementa la circolazione sanguigna periferica, abbassa la pressione, rafforza gli organi del bacino e del’apparato respiratorio superiore, mitiga le cefalee e le emicranie, aumenta il calore naturale del corpo, rinfresca i piedi stanchi e concilia il sonno se applicato prima di andare a letto.
Da non applicare in caso di malattie della vescica, sciatalgie, colpo della strega, mestruazioni e disturbi avanzati della circolazione arteriosa.

Tecnica:

Si inizia con il mignolo del piede destro, si dirige il getto d’acqua esternamente lungo il polpaccio e poi la coscia fino alla larghezza di una mano sopra il ginocchio. Qui si muove il tubo un po’ qua e un po’ là, in modo che il polpaccio sia come ricoperto da un velo d’acqua. Girare il piede leggermente verso l’esterno e dirigere il getto all’interno della gamba, fare oscillare il tubo un paio di volte, quindi scendere verso l’alluce. Ripetere analogamente l’operazione per la gamba sinistra. Al termine versare il getto su entrambe le piante dei piedi, strofinare via l’acqua e asciugare la parte dei piedi tra le singole dita.