Camminare e correre con la meditazione

 Camminare e correre con la meditazione
Questo metodo è adatto per persone inquiete e nervose o anche in situazioni di stress. L’efficacia positiva sulla salute è dato dall’effetto congiunto di rilassamento e riduzione del livello degli ormoni da stress nel nostro corpo. Nel camminare con meditazione noi volgiamo coscientemente la nostra attenzione dapprima totalmente all’azione del camminare e alle sensazioni che proviamo nel nostro corpo mentre camminiamo. In un secondo momento ci concentriamo sulle sequenze dei passi in sintonia con il ritmo del respiro.
Durata: almeno 10 minuti, meglio se di più
Per prima cosa rimanete un momento in silenzio e fermi e cercate di prendere contatto con il suolo attraverso la pianta del piede, come se doveste “mettere radici“. Potete spostare leggermente il vostro peso all’indietro sui talloni, poi in avanti sulle dita del piede e infine con un semicerchio dondolando sulla parte esterna della pianta dei piedi, avanti e indietro. facendo questo, lasciate pendere le spalle sciolte, lasciate fluire liberamente il respiro e percepite in quali altre parti del vostro corpo riuscite a sentire questo piccolo movimento (per esempio nel ginocchio, all’anca, alla schiena).
Poi fate un passo in avanti in questo modo: alzate un piede, lo appoggiate davanti dapprima sul tallone, spostate gradualmente l’appoggio in avanti e cominciate così a camminare. Mentre camminate, cercate di prendere coscienza di come il piede si appoggia e si rialza, di come viene caricato del vostro peso e di come voi modificate il vostro assetto. Molto probabilmente dopo alcuni passi la vostra attenzione si rivolgerà ad altre cose, vi passeranno per la mente altri pensieri…

È assolutamente normale!

Se ve ne accorgete, non dovete arrabbiarvi, ma semplicemente cercate consapevolmente di riportare la vostra attenzione sullo svolgimento della vostra camminata. Se vi concentrate veramente su di essa, noterete quale grande impresa di equilibrio compie il nostro corpo ad ogni passo, mentre noi nella nostra vita quotidiana la riteniamo una cosetta normale.
Dopo che vi siete concentrati per qualche minuto solo sullo svolgimento della vostra camminata, portate la respirazione al centro della vostra attenzione. Camminate più velocemente, in modo da dover respirare più a fondo, ma senza restare senza fiato. È importante che il respiro fluisca libero e naturale. Camminate al ritmo del respiro, facendo 1-2 passi in più espirando, rispetto all’inspirazione (per esempio, tre passi inspirando, quattro passi espirando, oppure quattro passi inspirando e sei passi espirando, a seconda della velocità della vostra camminata).
Nella camminata con meditazione non è affatto importante se si cammina lentamente o veloci. Con un po’ di esercizio è addirittura possibile camminare in questo modo nella vita di tutti i giorni e di eliminare così lo stress, magari facendo la spesa o quando siamo di fretta. Basta solo pensarci …